mercoledì 29 marzo 2017

Giovedì 30 Marzo 
ore 12,00 circa

ripopolamento Riserva Turistica
Salmerini, Iridee, Fario e Trote Trofeo

giovedì 23 marzo 2017

Domenica 26 Marzo, apertura della pesca in Valle e apertura della Riserva Turistica "Cabanne d'Aveto"

Domenica 26 Marzo, alle ore 6,30 apre la stagione di pesca in Valle e confermiamo anche l'apertura della pesca nella Riserva Turistica "Cabanne d'Aveto".

Per l'occasione le acque libere del T. Aveto (in loc. Cabanne e in Loc. Rezzoaglio) sono state ripopolate complessivamente con 500 kg di trote fario adulte 
(380 kg fornite dalla Regione Liguria e 120 kg dalla FIPSAS Genova)

La Riserva Turistica "Cabanne d'Aveto" verrà ripopolata oggi, Venerdì 24 Marzo, con 
220 kg di: salmerini, trote iridee, fario e trote trofeo.

Ricordiamo a tutti gli amici pescatori, che da quest'anno, per esercitare la pesca nelle acque dei bacini di Aveto e Trebbia, occorre munirsi di uno specifico "Tess. Segna Catture Regionale Aveto/Trebbia", che si potrà ritirare anche la mattina dell'apertura presso, i nostri consueti punti vendita ed informazione in Valle.

...momenti della semina nelle acque libere del  T. Aveto (Loc. Cabanne)

...alcuni amici che hanno collaborato alla semina

giovedì 9 marzo 2017

Domenica 26 Febbraio e 5 marzo > immissione di circa 100.000 avannotti

Domenica 26 Febbraio e 5 Marzo, in due riprese, sono stati immessi, alle sorgenti di una ventina di corsi d'acqua della Val d'Aveto, circa 100.000 avannotti di trota, provenienti dall' incubatoio regionale di Borzonasca.
Alle operazioni di semina hanno partecipato: gli addetti dell' incubatoio regionale, i Soci collaboratori della nostra Associazione, alcune guardie FIPSAS e molti volontari residenti.
Si ringraziano tutti i partecipanti alle operazioni di semina per il proficuo lavoro svolto.



Villa Cella








mercoledì 8 marzo 2017

Tesserino Segnacatture 2017 Aveto/Trebbia

Per esercitare la pesca nelle acque libere dei bacini idrografici della Val d'Aveto e della Val Trebbia occorre essere in possesso: della Licenza di pesca governativa (versamento) e del Tesserino Segna-catture integrativo (T.S.I.) Regionale "progetto sperimentale Aveto/Trebbia".

Il T.S.I. Regionale Aveto/Trebbia, si può ritirare fornendo una fotocopia del versamento della licenza di pesca governativa.
E' gratuito per i residenti nella Regione Liguria, mentre i residenti fuori Liguria dovranno acquistare ed applicare sul T.S.I. un "bollino regionale no residenti" al costo di 10,00 €.

Attenzione! La fotocopia del versamento e il bollino, sono dovuti alla Regione Liguria solo una volta, quindi chi è già in possesso del consueto T.S. Regionale esibendo lo stesso nel punto di rilascio, potrà ritirare il T.S.I. "Aveto/Trebbia" semplicemente fornendo le proprie generalità. 

Il T.S.I. Aveto/Trebbia e i bollini "no residenti" sono disponibili nei consueti punti vendita della Val d'Aveto, della Val Trebbia, presso l'Ufficio pesca della Regione (GE), presso la Sede FIPSAS Genova, e presso tutti i punti vendita convenzionati limitrofi che vorranno dotarsene.

venerdì 3 marzo 2017

Progetto Sperimentale bacini: Aveto/Trebbia - tutte le nuove regole - Apertura pesca: Domenica 26 marzo

Domenica 26 Marzo, prenderà il via la stagione di pesca 2017, nelle valli Aveto e Trebbia.
Il posticipo dell'apertura della pesca, sia nelle acque libere che nelle riserve di pesca, oltre che ad allineare l'apertura con le Provincie Emiliane limitrofe, permetterà l'avvio di una gestione sperimentale della pesca nelle due vallate.
Il progetto sperimentale pesca Regionale, della durata di almeno quattro anni, sostenuto da tutte le Associazioni pescasportive, dalle Amministrazioni locali e dai due Parchi Naturali Regionali, rientra nelle progettualità outdoors, facenti parte della strategia Aree Interne (progetto ministeriale per il rilancio dell'entroterra) e coincide con le progettualità del GAL "verdemareliguria".
Il progetto ha come obiettivo la tutela della fauna ittica autoctona e la valorizzazione della specificità delle due Valli. E' previsto un maggiore controllo dei prelievi ittici, l’attuazione dei ripopolamenti con trotelle di ceppo autoctono mediterraneo, l’incremento della sorveglianza e il monitoraggio della predazione da avifauna ittiofaga. Per praticare la pesca nelle acque libere delle valli Aveto e Trebbia, è necessario possedere la licenza di pesca governativa e il tesserino integrativo, rilasciato nei consueti punti di distribuzione.


Di seguito le nuove regole:

  • l'esercizio della pesca è autorizzato dalle 6,30 dell'ultima domenica di marzo; 
  • è obbligatorio il possesso del tesserino particolare per la pesca in Aveto e Trebbia; 
  • il limite di prelievo giornaliero è di 10 salmonidi di cui non più di 5 trote fario;
  • le misure minime sono: trota fario 25 cm. - salmerino 22 cm. - trota iridea 20 cm.
  • il limite annuale è di n. 75 trote fario prelevabili, complessivamente tra Aveto e Trebbia;
  • è vietata la pesca di tutte le specie ittiche diverse dai salmonidi (temoli, barbi, vaironi etc.).

giovedì 2 marzo 2017

Nuovi Divieti di Pesca 2017 in Valle

Sono in corso le operazioni di palinatura di alcuni nuovi Divieti di Pesca:

- Divieto di pesca permanente - Ruscello vivaio
T. Liciorno/Ramaceto tutto il torrente, compreso affluenti e sub affluenti. 

- Divieto di pesca a tempo determinato(futuro nuovo tratto ZRS No Kill)
T. Aveto: (1,5 Km) tratto compreso fra il ponte di Parazzuolo (limite a valle) e il ponte                              di Gropparolo (limite a monte). 

- Divieti di pesca a tempo indeterminato:
T. Gramizza: (500 mt) _ tratto compreso fra: (a valle) confluenza con il T. Aveto e
                 (a monte) il ponte romanico, il primo a monte della confluenza con il T. Aveto.

T. Rezzoaglio: (300 mt) _ tratto compreso fra: (a valle) confluenza con il T. Aveto e 
                       (a monte) rilascio dell’acqua della Centralina Idroelettrica (ditta Skiarea).

T. Libbietto: (100 mt) _ tratto compreso fra: (a valle) confluenza con il T. Aveto e
     (a monte) il ponte della S.S. 586 della Val d’Aveto.

T. Scabbiamara: (800 mt) _ tratto compreso fra: (a valle) confluenza con il T. Aveto e
                          (a monte) il primo ponte della strada per il valico del Fregarolo. 

T. Salto:  (450 mt) _ tratto compreso fra: (a valle) confluenza con il T. Aveto e
(a monte) il ponte della strada per la Loc. Salto.

T. Cardenosa: (200 mt) _ tratto compreso fra: (a valle) confluenza con il T. Aveto e 
       (a monte) il ponte sulla prima deviazione a sinistra della strada per Loc. Cardenosa.


Questi ultimi tratti di Divieto di Pesca hanno la caratteristica comune di essere brevi tratti e di insistere nell’ultima parte del loro corso, in prossimità della  loro confluenza con il T. Aveto cosa che determina una serie di vantaggi:
_ Una facile irradiazione del materiale ittico, in essi accresciuto, in particolare e a tratti alterni, lungo l’asta principale del T. Aveto.
_ Una facile sorveglianza in quanto i divieti richiesti sono attraversati o costeggiati da strade carrabili.
_ Non influiscono sulla continuità dell’azione di pesca per tutto il corso principale del T. Aveto e nemmeno sulla pesca esercitata negli affluenti oggetto del divieto, che normalmente si svolge nei tratti più a monte degli stessi.